Ultima modifica: 6 Giugno 2020
Liceo Statale "Enrico Fermi" > News > Ai nostri studenti di Quinta nell’ultimo giorno di scuola

Ai nostri studenti di Quinta nell’ultimo giorno di scuola

Ne abbiamo fatta di strada insieme, tortuosa e piena di interruzioni come tutte le strade………..

Ai nostri studenti di Quinta nell’ultimo giorno di scuola

Ne abbiamo fatta di strada insieme, tortuosa e piena di interruzioni come tutte le strade. Quelle con i passaggi a livello dove a volte devi aspettare perché la sbarra si alzi e nel frattempo smadonni perché hai fretta di proseguire. No, non è stata un’autostrada, quella che abbiamo percorso insieme in questi anni. Ogni tanto una buca da scansare, un pezzo di asfalto mancante da prendere con calma, ci hanno dato a volte la possibilità ed il privilegio di andare lenti ed osservare il paesaggio lì fuori. Di fermarci a qualche stazione di servizio di quelle sperdute nella campagna per fare rifornimento di carburante e scambiarci qualche cavolata delle nostre per stemperare l’ansia di arrivare che voi sentivate, mentre noi un po’ meno. Perché sapevamo che una volta arrivati a destinazione avremmo dovuto lasciarci e ognuno di voi avrebbe preso un intercity per chissà quale meta.

Ci eravamo immaginati l’ultimo tratto di strada come il più bello. Quello in cui, nell’imminenza del saluto, ci saremmo detti le cose che in questi anni ci siamo taciuti per pudore o per pigrizia, sapendo che “ci sarebbe stato sempre tempo”…..e invece… abbiamo trovato una strada deserta, senza stazioni di servizio in cui sostare, senza paesaggi da osservare insieme e piena di tabelloni elettronici di avviso pericolo, dove l’aria inquinata ci ha costretti persino ad indossare delle mascherine per starci vicini.

No, non ce l’eravamo immaginata così la fine del nostro percorso insieme e ci siamo costretti a rallentare almeno con la testa, ripensando alla strada fatta con spirito nuovo e con meno ansia di arrivare. La fine della strada ci ha colto un po’ di sorpresa quando meno ce lo aspettavamo, rendendoci restii persino a quei saluti che ci eravamo figurati diversi e più ridanciani o commossi e dove sorrisi e saluti si devono indovinare oltre mille schermi. Felici lo stesso, però, perché consapevoli che del viaggio fatto insieme rimarrà la dolcezza e la consapevolezza che non è stato tutto inutile e che, volenti o nolenti siamo cresciuti insieme camminando per quella strada. Persino queste riflessioni, abbiamo dovuto rivelarcele su uno di quei maledetti tabelloni elettronici!

Ora però basta! scendete da quest’autobus e prendete quegli intercity che avete sognato per anni e partite per le città che avete immaginato di abitare. A noi, che vi guardiamo partire e dovremo tornare indietro ad accompagnare altri vostri compagni per un nuovo viaggio, non resta che augurarvi di essere felici, anche di quella felicità che, ricordate?, è fatta ” di piccoli attimi di dimenticanza”.

Anche solo sapere di avervi insegnato questo ci renderà meno tristi nel vedervi andare via…

Buona vita, ragazzi!

I vostri Prof.




Il sito della nostra scuola non utilizza cookie "di profilazione" per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, ma solo cookie "tecnici ed assimilati" per migliorare la navigazione e raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti per elaborare statistiche generali sul servizio e sul suo utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi